giovedì 22 marzo 2012

2012_03_25 Serata a PASSIO 2012 Novara si può vedere l'incontro su TV2000 canale 28 digitale terrestre

Martedì 21 marzo 2012_03_21
NOVARA - PASSIO 2012
Auditorium Del Monte del Seminario di Novara
Navigando nel "mare" di Internet,  Rivoltella, Sanavio e Scotti all'Auditorium Del Monte di Novara 
L'incontro sarà trasmesso su TV2000 (canale 28 del digitale terrestre) venerdì 23 marzo 2012_03_23 alle 22.15 e domenica 25 marzo 2012_03_24 alle 8.03.

"Uno strumento? Un ambiente? No, Internet oggi è sempre più il tessuto connettivo della nostra vita". 

Lo afferma Pier Cesare Rivoltella, docente all'Università Cattolica ed esperto di tecnologia digitale applicata all'educazione, ospite della quarta puntata del ciclo di incontri "Buona vita! Le sfide dell'educazione", realizzato da Passio2012 e TV2000 e dedicato martedì 21 marzo 2012_03_21, all'auditorium Del Monte del Seminario di Novara, al tema 

"Nel mare di Internet. Educare e comunicare nella cultura digitale". 

Ospiti, insieme con Rivoltella, e intervistati dal giornalista Alessandro Zaccuri, don Marco Sanavio, direttore dell'Ufficio per le Comunicazioni sociali della diocesi di Padova, ed Eugenia Scotti, conduttrice del programma "Nel cuore dei giorni" di Tv2000. "Il mondo del Web, che gli adulti avvertono come dimensione "virtuale" ed estranea all'esperienza del mondo "reale" è per i giovani – spiega Rivoltella – parte sempre più integrante della vita quotidiana e strumento di espressione personale. 

I dispositivi digitali consentono infatti di essere connessi alla Rete in ogni momento e in qualunque luogo, permettendo di essere non solo fruitori passivi, ma protagonisti e "produttori" di contenuti multimediali offerti all'attenzione degli altri utenti"

Ciò avviene in particolare con i social network che offrono a giovani e meno giovani l'opportunità di coltivare rapporti personali a distanza condividendo pensieri ed emozioni "con un linguaggio in cui – afferma don Sanavio – l'espressione verbale lascia spazio a un mondo simbolico evocato da immagini e musica, che conduce a una contemplazione del bello simile a quella in cui si esprime la fede"

Per questo la Rete è un terreno favorevole all'attività pastorale, e rappresenta "una straordinaria opportunità di condivisione di opinioni ed esperienze che – spiega Scotti – ci aiuta ogni giorno a costruire la trasmissione "Nel cuore dei giorni" con il contributo degli ascoltatori". 

L'esperienza più coinvolgente in tal senso è stata recentemente quella della GMG di Madrid, in cui "Internet è stato per i giovani pellegrini lo strumento per condividere foto e pensieri, creando un racconto a più voci dell'esperienza vissuta, che da Facebook e Twitter è rimbalzato sullo schermo televisivo"

Tutto bene, quindi, su Internet? 

No, esistono anche contenuti che non sono utili e che sarebbe meglio non vedere. 

Ma "per difendersi – afferma Rivoltella – è meglio evitare il ricorrere a "filtri" e censure che limitano la libertà di azione in Rete dei figli, per cercare, invece, di stabilire con loro un dialogo che consenta di rendersi conto che nel Web si trovano anche siti che è consigliabile non visitare"

Ma Internet influisce anche sull'approccio dei giovani alla conoscenza della realtà, favorendo l'attenzione simultanea a più stimoli a scapito della profondità dell'analisi

E tende ad alterare il normale equilibrio tra ciò che è pubblico e ciò che è privato nell'esperienza personale di vita, favorendone una condivisione indiscriminata.
Aspetti che sollecitano l'intervento educativo degli adulti, come anche la mole infinita di informazioni disponibili in Rete, che – pur utili e stimolanti – richiede spirito critico e la verifica dell'attendibilità delle fonti.
Senza dimenticare, in positivo, l'eccezionale opportunità che Internet offre per lo scambio di beni spirituali
"perchè – conclude don Sanavio – la cronologia della "navigazione" nel Web racconta la sete profonda delle persone, che spesso è sete di Dio, che occorre intercettare per poterle rispondere".

Foto disponibili alla pagina http://www.passionovara.it/calendario/2012/03/20/nel-mare-di-internet/


martedì 6 marzo 2012

2012_03_07 PROPOSTA DI INTERVENTO SULLA DEVASTANTE POLITICA DI AUMENTO PREZZI CARBURANTI


---------- Messaggio inoltrato ----------
Da: mario mainino <mariomainino@gmail.com>
Date: 07 marzo 2012 08:05
Oggetto: PROPOSTA DI INTERVENTO SULLA DEVASTANTE POLITICA DI AUMENTO PREZZI CARBURANTI
A: ufficio.stampa@tesoro.it, Segreteria.ministro@sviluppoeconomico.gov.it

Spett.le ministero
Economia e Finanze 
Via XX Settembre, 97 - 00187 ROMA 
Tel: (+39) 06.47611
Tel. Ufficio Stampa: (+39) 06.47614606
E-mail: ufficio.stampa@tesoro.it 


c/c 

Con riferimento al continuo aumento dei carburanti presso le stazioni di servizio italiane chiedo che si intervenga su questo disastroso fenomeno e PROPONGO:

- GIUSTIFICA dei COSTI motivanti AUMENTI DI LISTINO
Che venga effettuato un controllo sulle case distributrici in modo che queste presentino una giustificazione scritta e pubblica delle motivazioni che inducono alla applicazione di tali aumenti e che questa sia messa a disposizione di ogni utente attraverso la pubblicazione on-line.
Onde evitare che si sottolinei solo l'applicazione delle ACCISE e poi dopo l'aumento dovuto alla loro applicazione si proceda senza ritegno ad aumenti ingiustificati.

- CHE VENGA ABOLITO IL TERZO DECIMALE
In Italia non abbiamo in nessun caso, tranne che per oggetti di prezzo infinitesimale e nei carburanti, l'utilizzo del TERZO decimale.
Pertanto la eliminazione porterebbe le case distributrici a fare concorrenza non più agendo sui millesimi ma sui centesimi, quindi con un risparmio, ove ci sia, significativo e non illusorio.

- CHE VENGA ISTITUZIONALIZZATO LA DURATA DEL LISTINO
Che cioè le case distributrici non possano effettuare aumenti giornalieri o mirati, come quello che ci sarà nella prossimità delle vacanze pasquali e del prossimo ponte 25 aprile - 1 maggio, o come nel 2011 in prossimità del fine luglio.
Le case distributrici devono esporre la durata del listino, non inferiore ai 30 gg, e indicare la data di applicazione del prossimo listino.
Onde evitare le sgradevoli ed improvvise sorprese.

- CHE VENGA ISTITUZIONALIZZATO IL CONTROLLO UTILI DELLE COMPAGNIE PETROLIFERE
Cioè che se una compagnia dichiara utili notevolmente superiori all'anno precedente, la tassazione cui saranno sottoposti sarà aumentata in % della stessa percentuale di cui sono aumentali gli utili.
Onde evitare che il continuo incremento dei listini carburanti, non giustificati da relativi aumenti dei costi, sia finalizzato solo alla "estorsione" di capitali dai poveri cittadini per finire a rimpinguare le casse delle suddette case petrolifere.

Sperando che i "nostri rappresentanti" cioè Voi prendiate carico della difesa dei milioni di italiani in balia di questo sopruso economico, 

Porgo Cordiali saluti, 
Mainino Mario Vigevano (PV)